La Roma cercherà di dimenticare Anfield Road affrontando il Chievo

La trentacinquesima giornata di serie A si apre quest’oggi, alle ore 18, con l’anticipo tra Roma e Chievo.

I giallorossi dopo il 5-2 subito in Champions League, ad Anfield Road, contro il Liverpool e in attesa di disputare il match di ritorno, mercoledì 2 maggio, si rituffano in campionato, al fine di conquistare tre punti fondamentali per inseguire una qualificazione proprio per la massima competizione europea. La settimana giallorossa è stata contraddistinta non solo dalla sconfitta subita sul campo ad opera di Salah e  compagni, quanto dagli arresti di due ultras facinorosi giallorossi autori di una brutale aggressione nei confronti di un tifoso del Liverpool, Sean Cox, in lotta tra la vita e la morte. Tornando ai temi strettamente attinenti alla serie A, la “Lupa” è attualmente terza in classifica a quota sessantasette, a pari merito con la Lazio. I capitolini sono reduci da tre risultati utili consecutivi, con l’ultima sconfitta che risale allo scorso 7 aprile, all’Olimpico, contro la Fiorentina, gara a cavallo tra le due sfide in Champions contro il Barcellona.

Il Chievo, invece, è in piena bagarre per non retrocedere. I clivensi occupano il sedicesimo posto con trentuno punti all’attivo, gli stessi del Crotone e a soli due lunghezze dalla Spal terzultima. I veneti  negli ultimi dieci incontri hanno vinto in due circostanze, contro Cagliari e Sampdoria per poi pareggiarne tre e perderne cinque. Un cammino balbettante che ha risucchiato i gialloblù nei bassi fondi della graduatoria. Nel frattempo, nella giornata di ieri, sia Di Francesco che Maran, hanno rilasciato interessanti dichiarazioni nel giorno di vigilia.

Queste le parole pronunciate dal tecnico dei giallorossi dinnanzi ai giornalisti presenti in sala stampa: “Personalmente condanno ogni forma di violenza, ancor di più quello che è accaduto a Liverpool, siamo molto vicini a Sean e alla sua famiglia e mi auguro che la partita di ritorno, che non dimentichiamo è una partita di Champions League, sia un giorno di festa. Siamo tutti dispiaciuti per la gara d’andata, ci aspettavamo un risultato differente, ma magari la possibilità di rimanere in partita non perdendo tutti i duelli. Ora abbiamo una partita importante con il Chievo e credo che i ragazzi abbiano voglia di rifarsi. Dobbiamo rituffarci in campionato, ci sono quattro giornate importanti. Il Chievo è una squadra esperta ed abituata a salvarsi. Noi dobbiamo portare a casa i tre punti, cercando di essere bravi a fare gol il prima possibile, avere l’incisività e la determinazione giusta sotto porta. Avremo sicuramente fuori Perotti e Strootman e Diego almeno per un paio di settimane. Kevin non si allena con la squadra, mi auguro di averlo a disposizione con il Liverpool. Per il turn-over vedrò a seconda della condizione psicofisica dei ragazzi per cambiare formazione, ma dei cambi ci saranno”.

Per quanto riguarda gli avversari, queste le affermazioni rilasciate dall’allenatore trentino, Rolando Maran: “Una gara difficile, ma come è successo altre volte crediamo in un risultato positivo. Ci siamo andati vicino con Inter, Napoli e a Milano con il Milan, a forza di andarci vicino magari centriamo il bersaglio. Ho fiducia in quello che la squadra sta esprimendo come prestazioni e atteggiamento in campo. Poi ovviamente giochi contro dei campioni che possono fare la differenza, ma ultimamente siamo sempre stati in partita. Bisogna andare lì con grande fiducia. Importante è l’atteggiamento. Questa sicurezza nel fare le cose la prendi con i risultati. Dobbiamo andare con decisione cercando di essere bravi a portare a casa quello che stiamo facendo. Speriamo di guadagnare qualche punto sulla zona retrocessione. Dobbiamo pensare a questa partita perché ogni gara può portare punti, lo abbiamo dimostrato contro le squadre più forti. I grandi campioni possono risolvere queste partite ma dobbiamo pensare a questa gara con grande attenzione perché potremmo avere delle belle sorprese. Dobbiamo andare avanti e raccogliere il più possibile”.

Spostando l’attenzione sulle probabili formazioni, Di Francesco dovrebbe affidarsi al 4-3-3 con Alisson in porta, Bruno Peres e Silva esterni di difesa. Centralmente spazio al duo Manolas-Juan Jesus. A centrocampo agiranno Pellegrini, Gonalons e Nainggolan, mentre in avanti Dzeko sarà supportato ai lati da Under ed El Shaarawy. Maran, invece, dovrebbe affidarsi ad un inedito 4-1-4-1: Sorrentino tra i pali, Tomovic e Bani centrali di difesa. Lungo le corsie esterne si muoveranno Cacciatore e Jaroszynski.  Radovanovic agirà da playmaker basso davanti la difesa, mentre Castro, Hetemaj, Rigoni e Giaccherini comporranno la trequarti, a sostegno dell’unica punta Inglese. L’arbitro designato per dirigere il match dell’Olimpico è il signor Gianpaolo Calvarese della sezione di Teramo.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close