I bianconeri tornano al lavoro a ranghi completi in vista del doppio impegno contro Milan e Real Madrid

Juventus: missione Milan e Real Madrid nel mirino

Archiviata la sosta per le Nazionali, è tempo di rituffarsi nel clima campionato. La Juventus capolista è attesa dal big match della trentesima giornata, che la vedrà opporsi al Milan. I bianconeri sono reduci dallo 0-0 esterno in casa della Spal, un mezzo passo falso che ha permesso al Napoli di restare sulla scia della Vecchia Signora, a soli due punti di distanza. La banda guidata da Massimiliano Allegri detiene lo scettro di miglior difesa del torneo, con soli quindici reti al passivo, così come per quanto concerne l’attacco, con sessantasette centri, al pari della Lazio, detiene il miglior score del campionato. Inoltre sono sedici i risultati utili consecutivi, frutto di quattordici vittorie e due pareggi, e tra i dati che balzano agli occhi vi è quello riguardante l’ultimo gol subito che risale addirittura allo scorso 30 dicembre 2017 in occasione della sfida tra Hellas Verona e Juventus, quando fu Caceres a violare la porta bianconera.

Da lì in avanti ben dieci clean sheet di fila. Numeri altisonanti, quindi, per una compagine che si appresta a vivere una settimana assai intensa: sabato 31 sarà il turno del Milan, in una gara di campionato per nulla affatto banale, visto che i campioni d’Italia in carica affronteranno una tra le squadre più in forma in serie A, mentre martedì 3 aprile, sempre all’Allianz Stadium, sarà di scena il Real Madrid, in una suggestiva sfida d’andata valevole per i quarti di finale di Champions League. Il match contro i blancos non ha bisogno di presentazioni: è ben nota la forza della compagine spagnola guidata dall’ex  Zinédine Zidane, così come il proprio livello, considerando che i bianconeri troveranno di fronte a loro la squadra campione d’Europa e del Mondo in carica. Nel frattempo, con il rientro dei nazionali, Allegri ha iniziato a lavorare sul terreno di gioco di Vinovo con un numero maggiore di calciatori a disposizione.

Per quanto concerne gli infortunati, non destano preoccupazioni le condizioni di Giorgio Chiellini, il quale è tornato a lavorare con il resto della squadra. La sua presenza non appare certa nella sfida di sabato sera contro il Milan, mentre non dovrebbero esserci problemi in vista del duello con il Real Madrid, considerando tra l’altro, che contro le merengues, sarà assente Benatia, squalificato per un turno. Alex Sandro, che ha riportato anch’egli un problema muscolare durante il ritiro con il Brasile, appare in fase di recupero, ma sembra probabile, ad oggi, più una convocazione per martedì prossimo contro il Real Madrid, che non fra due giorni nella gara con i rossoneri di Gennaro Gattuso. Khedira, invece, che aveva riportato un leggero fastidio al ginocchio durante la gara amichevole di  venerdì scorso tra Germania e Spagna, appare completamente ristabilito e sarà lui a presidiare la mediana sia in campionato che in Champions, dove mancherà, nella sfida contro il Real, Miralem Pjanic appiedato a causa di un turno di squalifica.

In attacco, invece, Paulo Dybala ha lavorato intensamente queste due settimane a Vinovo, complice la mancata convocazione con la Nazionale argentina, ed appare in rampa di lancio e motivato al fine di destare preoccupazioni alle retroguardie avversarie. In cerca di riscatto anche il “pipita” Higuain che torna a Torino con la voglia di far gol dopo le due apparizioni con la casacca albiceleste piuttosto sottotono, soprattutto quella nella sfida amichevole di martedì sera contro la Spagna, quando la compagine guidata da Jorge Sampaoli ha subito una vera e propria imbarcata soccombendo per 6-1, con l’attaccante juventino autore di una performance decisamente mediocre. Quest’oggi Massimiliano Allegri, fresco di premiazione per quanto concerne la “Panchina d’Oro”, avrà la possibilità di lavorare con l’intero gruppo così da poter sciogliere i dubbi riguardanti l’undici da opporre al Milan. Domani seconda e ultima seduta d’allenamento, poi è in programma la consueta conferenza stampa ed infine sabato sarà tempo di scendere in campo per la prima di nove finali in serie A, che decreteranno chi tra Juventus e Napoli conquisterà il titolo di campione d’Italia, mai come in questa stagione, in bilico.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close