Higuain felice di essere alla Juventus ma non risparmia una frecciata al veleno a De Laurentiis.

Higuain De Laurentiis ingombrante

Nel pomeriggio di ieri, intorno alle 16, presso la sala stampa dello Juventus Stadium, vi è stata la presentazione, dinnanzi ai giornalisti, del “pipita” Gonzalo Higuain.

L’attaccante argentino ,in giacca e cravatta con la divisa della Vecchia Signora, si è presentato ai nuovi tifosi con parole d’entusiasmo nei confronti del club bianconero. Higuain ha innanzitutto ribadito la volontà di voler ottenere importanti traguardi con la maglia della Juventus. È convinto del progetto della squadra di Massimiliano Allegri ed ha apprezzato lo stacanovismo da parte del direttore generale Giuseppe Marotta e del direttore sportivo Fabio Paratici, che hanno fatto in modo di portarlo in questo club di primissimo livello internazionale. Il “pipita” ha voglia di misurarsi all’interno di una società che ha fatto e sta facendo la storia del calcio italiano e non solo.

L’ex attaccante del Napoli non aspetta altro che aggregarsi con il resto del gruppo e mettersi a completa disposizione del tecnico toscano per ripagare a suon di goal la fiducia a lui concessa. Ha una voglia spasmodica di dare vita ,con il suo connazionale Dybala, ad un tandem d’attacco superlativo con lo scopo di scardinare e mettere in seria difficoltà tutte le difese avversarie. Il suo obiettivo personale ,che poi coincide alla perfezione con quello del club, è di conquistare il sesto scudetto consecutivo, che rappresenterebbe un record per il calcio di casa nostra e  lanciare l’assalto in Champions League, competizione in cui la Juventus vorrà dimostrare a pieno le sue qualità per arrivare il più lontano possibile.

Il “pipita” ha poi aggiunto che in queste settimane molto intense, dal punto di vista emotivo, ha preferito non rilasciare dichiarazioni, ed infatti, proprio per questo motivo, ne approfitta durante la conferenza stampa per inviare un saluto affettuoso e di ringraziamento a Maurizio Sarri e un abbraccio virtuale ai suoi oramai ex compagni di squadra del Napoli. Higuain ha ribadito ciò, in quanto il tecnico dei partenopei, aveva fatto sapere ,tramite gli organi di stampa, di essere rimasto deluso dall’atteggiamento dell’argentino che non si era degnato, a suo dire, di effettuare una telefonata per salutarlo e soprattutto tenerlo aggiornato sulla sua futura destinazione. Detto ciò, il pezzo forte della conferenza di presentazione, si ha quando il “pipita” non disdegna una frecciata al vetriolo nei confronti del presidente azzurro Aurelio De Laurentiis. Secondo Higuain, non c’era più feeling tra lui e il numero uno del Napoli.

Il rapporto era oramai deteriorato già da un po’ e il presidente ha fatto di tutto per cederlo, nonostante le sue dichiarazioni di facciata. L’argentino aggiunge che a Napoli non sarebbe rimasto un minuto di più proprio a causa della presenza ingombrante e insopportabile, secondo il suo punto di vista, di ADL, personaggio non più nelle grazie del “pipita”.  Al termine della presentazione alla stampa, Higuain si è lasciato fotografare con in mano la maglia bianconera numero nove, affiancato dal  d.g. Marotta e dal d.s. Paratici, per poi proseguire la sua nuova avventura sotto l’ombra della Mole con i tifosi juventini entusiasti e sognanti e dall’altra parte, il presidente del Napoli, che sicuramente, nella giornata odierna o nelle prossime ore, non farà mancare una risposta alle accuse lanciate in maniera sfrontata dal suo vecchio amore: Gonzalo Higuain.

Tags

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close