Rinasce l’Inter di Pioli: confortante la prova contro la Fiorentina.

Inter Fiorentina 4 2 Damato
Damato ha suscitato tante polemiche per l’arbitraggio condotto in Inter Fiorentina.

Successo rotondo dei nerazzurri al cospetto della Fiorentina. L’Inter, superando i viola per 4-2, si issano all’ottavo posto in classifica, a quota ventuno, tornando a respirare, seppur in lontananza, profumo di zone alte di classifica.

La gestione Pioli, per ora, sta convincendo. Con l’ex tecnico biancoceleste sono stati conquistati quattro punti, frutto del pareggio ottenuto in extremis nel derby della Madonnina con il Milan e la vittoria, per l’appunto, contro la banda di Paulo Sousa. L’allenatore parmigiano è riuscito a toccare le corde motivazionali di un gruppo depresso dopo la precedente ed infausta gestione De Boer. Pioli ha lavorato molto sull’aspetto psicologico dei suoi uomini, rigenerando calciatori che erano stati messi da parte durante l’interregno dell’olandese. Nella sfida di ieri sera, ha brillato, in particolar modo, Brozovic, autore di un goal e di una prestazione altisonante nel trio sulla trequarti a supporto di Mauro Icardi. Il croato è apparso pimpante, reattivo su ogni pallone e ficcante sotto porta. Qualità su cui punta, l’attuale tecnico interista, che vuol vedere la fame agonistica e la giusta dose di rabbia per sovvertire l’esito di una stagione che stava prendendo una piega poco gratificante.

Elemento di spicco e imprescindibile per il suo scacchiere tattico è Icardi. Il capitano nerazzurro, con la doppietta di ieri sera, è giunto a quota dodici reti in campionato, numeri importanti per un attaccante che ha dichiarato di non volersi porre limiti. Al termine della gara, ha affermato di voler contribuire in tutti i modi per il bene della squadra e i goal saranno i suoi strumenti per condurre il più lontano possibile l’Inter. Anche il rapporto con i tifosi appare ricucito. Il positivo risultato rimediato al cospetto della Fiorentina ha allontanato le pesanti critiche nei confronti dei calciatori e dei vertici societari, tra l’altro ieri presenti in tribuna a San Siro. Il compito che attende Pioli è ancora lungo e pieno di ostacoli, però ciò che incoraggia in vista del futuro è l’atteggiamento dell’allenatore, che sembra prendere per mano tutti i calciatori presenti nella rosa, rendendoli tutti partecipi, creando un inossidabile e proficuo spirito di gruppo.

Anche le parole pronunciate, dall’ex tecnico della Lazio, al termine della gara di Europa League, persa contro l’Hapoel Beer Sheva, che ha sancito la clamorosa eliminazione dalla competizione europea, sono stati chiari segnali di chi vuol fare affidamento sulla grinta e sulla ferrea volontà di conquistare risultati ambiziosi. In quella circostanza, il neo tecnico nerazzurro sottolineò l’atteggiamento errato da parte dei ragazzi scesi in campo, a suo avviso presuntuoso e poco umile, aspetti a lui poco graditi e da non ripetere mai più. Ed infatti, nei primi venti minuti della sfida andata in scena ieri sera, si è ammirata un’Inter cannibale, arrembante, vogliosa di aggredire l’avversario e lasciarlo senza respiro.

Poi nel corso del match, l’atteggiamento non è stato totalmente irreprensibile, basti pensare che la Fiorentina nonostante avesse l’uomo in meno, ha rischiato seriamente di agguantare il pareggio. Certo, il cammino è ancora tortuoso e articolato ma le basi gettate da Pioli sono entusiasmanti e promettenti e nel prossimo banco di prova con il Napoli, al San Paolo, si vedrà se Icardi e compagni saranno usciti da quella ombra oscura che li aveva attanagliati per buona parte di questo avvio di stagione, al fine di poter competere ad armi pari per un posto al sole tra le compagini di vertice.

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close