Hellas Verona – Spal: 1-3. La Spal conquista tre punti d’oro per la salvezza. Verona ad un centimetro dalla B

La gara del “Bentegodi” regala due volti: quello felice e speranzoso della Spal che con il successo per 1-3 ai danni dell’Hellas Verona conquista tre punti preziosi per quanto concerne la permanenza in massima serie, e quello triste e melanconico degli scaligeri oramai ad un passo dalla B, al momento solamente l’aritmetica non li condanna. Gli estensi, con questo trionfo, si issano a quota trentadue in classifica, occupando il diciassettesimo posto, ad una lunghezza di distanza dal Chievo terzultimo. La banda di Semplici torna a vincere dopo l’ultimo successo datato 3 marzo, ossia in occasione dell’1-0 casalingo nei confronti del Bologna, mentre lontano dal “Paolo Mazza” i biancocelesti non ottenevano l’intera posta in palio dalla diciassettesima giornata, ovvero dall’1-2 ai danni del Benevento.

L’Hellas Verona, invece, resta inchiodata al penultimo posto con venticinque punti all’attivo, distante otto punti dalla zona salvezza a soli tre giornate dal termine. Con ogni probabilità, sabato prossimo, a San Siro contro il Milan potrebbe giungere la sentenza definitiva della retrocessione. I gialloblù sono reduci da quattro sconfitte consecutive e analizzando attentamente la stagione complessiva dei veneti, le ragioni di questa retrocessione, oramai imminente, sono da ricercare nella campagna acquisti effettuata in estate, tutt’altro che convincente, a cui vanno aggiunte le cessioni avvenute nel mercato di riparazioni invernale, con gli addii di Caceres, Pazzini e Bessa che hanno ulteriormente depotenziato una rosa già di per sé non particolarmente attrezzata per duellare con le altre compagini della A. Oltre a ciò va aggiunto il rapporto tra Pecchia e la tifoseria tutt’altro che idilliaco ed altri fattori che hanno reso la stagione dell’Hellas ben poco esaltante.

Riavvolgendo il nastro della gara, a passare in vantaggio, un po’ a sorpresa, sono i padroni di casa, al 13’ con Valoti, abile nel capitalizzare al meglio un assist in verticale di Petkovic. Per il centrocampista gialloblù è il terzo gol in questo campionato. Gli ospiti reagiscono e lo fanno con un colpo di testa di Mattiello, in area, su cui si fa trovare pronto e reattivo Nicolas. Al 49’, però, in pieno recupero, Costa effettua un cross dal versante di sinistra, la palla giunge in area dove Fares, in maniera del tutto fortuita, spedisce la sfera alle spalle del suo compagno di squadra Nicolas. Con il punteggio di parità si va al riposo.

Nella ripresa la Spal mostra un piglio differente rispetto a quello del Verona. Gli emiliani sono maggiormente aggressivi e cingono d’assedio la metà campo avversaria. Paloschi ha una ghiotta occasione quando innescato in profondità, supera in dribbling il portiere avversario per poi cincischiare nel momento di calciare in porta. Al 71’ la banda di Semplici mette la freccia: dagli sviluppi di un corner battuto da Costa, Vicari effettua una sponda aerea per Felipe, il quale al volo spedisce la palla in fondo al sacco. Per il difensore brasiliano è il primo centro in questo torneo. I padroni di casa escono dal vivo del gioco,mostrando una spiccata arrendevolezza. La Spal ne approfitta e al 93’ chiude i conti con Kurtic, il quale riceve palla da Costa al limite dell’area, effettua uno stop con il destro e a seguire con il piede mancino lascia partire un tiro radente che si insacca all’angolino. Per il centrocampista sloveno è la terza rete in questo campionato, la prima con addosso la maglia degli emiliani, mentre le prime due sono state realizzate quando militava tra le fila dell’Atalanta.

Al termine del match queste le dichiarazioni rilasciate alla stampa dal tecnico della Spal, Leonardo Semplici: “Quella arrivata su questo campo è davvero una vittoria importantissima, soprattutto per come è arrivata. Purtroppo ci siamo resi protagonisti di una partenza negativa e abbiamo accusato il colpo, ma siamo stati bravi a riprenderci e sistemarci. Ci abbiamo sempre creduto e raggiungere il pareggio già nel primo tempo è stato fondamentale. Poi nella ripresa siamo stati bravi e abbiamo fatto una bella partita. Voglio complimentarmi con i miei ragazzi, che hanno mostrato di avere grandi qualità tecniche e morali. Quella di oggi per noi è la vittoria del cuore, questi tre punti saranno determinanti per il nostro futuro”.

Queste, invece, le amare parole pronunciate dall’allenatore degli scaligeri, Fabio Pecchia: “Abbiamo avuto un buon approccio e meritato il vantaggio. L’autogol ci ha tolto l’energia anche se nella ripresa la prima vera palla gol l’abbiamo avuta noi. La Spal è uscita fuori e ha meritato il successo. Complimenti a loro. Retrocessione oramai inevitabile. Sapevamo sarebbe stato un anno molto complicato. Siamo rimasti aggrappati al treno salvezza, ma nelle ultime gare, pur rispondendo, la squadra non ha raccolto nulla. Abbiamo commesso errori. E qui non sono mai stato amato. Prima contestazione dopo un pareggio a Crotone. Processo su di me iniziato 20 mesi fa prima che il fatto venisse compiuto. Io ho commesso errori madornali ma mi sono sempre assunto le responsabilità, ho sempre creduto nel gruppo. Le assenze per gli infortuni hanno pesato. Non è il momento di parlare dell’anno prossimo … “.

 

Tags
Mostrami di più

Lorenzo Cristallo

Mi chiamo Lorenzo Cristallo, ho 30 anni e vivo a Torre de' Passeri in provincia di Pescara. Sono diplomato con il titolo di ragioniere. Il calcio e' la mia grande passione. Sono tifoso della Juventus ma seguo il calcio in tutte le sue dinamiche a 360 gradi. Sono un tipo socievole, molto preciso e puntuale e amo molto stare in compagnia. Sono un gran chiacchierone e mi piace discutere di vari argomenti non disdegnando quella sana critica nei giudizi delle cose.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close