Italia e Mondo

Questa bambina è stata picchiata da un bullo, ma la scuola lo ha definito un incidente.

Una scuola elementare ha cercato di coprire un atto di estremo bullismo, e questa mamma dell’Alabama sta provando ad avvertire gli altri genitori.

E’ folle pensare che un alunno di quarta elementare è stato vittima di bullismo, ma questo è esattamente quello che è successo alla figlia di Kelly Turpin, Lanny. Secondo Turpin, il bullo aveva minacciato Lanny da un po’, ma il 3 febbraio, è passato ai fatti. Era arrabbiata per il fatto che Lanny stava parlando ad un bambino disabile, e si è scagliato contro di lei, sbattendogli la testa contro un palo e poi spingendola a terra.

Quando Turpin ha chiamato la scuola per riferire l’accaduto, i responsabili hanno detto che quello che è successo al di fuori della classe è stato un “incidente”.

Tuttavia, non appena la mamma ha visto la figlia, era chiaro che le sue ferite non erano state provocate da una semplice caduta. Lanny aveva il naso sanguinante ed anche la fronte, due occhi neri, ed una commozione cerebrale.

Mentre il personale della scuola ha cercato di spiegare l’ “incidente”, Lanny ha parlato. Turpin ha detto alle riviste locali che la bambina le ha detto: “No, mamma, ho detto loro che mi ha afferrato e mi ha aggredito.”

 “Per favore pregate per la mia bambina Lanny che è stata vittima di bullismo. Pregate per me affinché mi possa calmare! Mia figlia ha una commozione cerebrale ed è molto gonfia e non ha la pelle sul naso e l’occhio è orribile. Tutto questo perché mia figlia è stata gentile con un bambino disabile e l’atra ragazza non ha gradito. Questa è aggressione, non solo bullismo!! Pregate per lei per favore.”

Il sovrintendente delle scuole di Sheffield City, Keith Lankford, si è incontrata con entrambe le famiglie ed ha confermato che verrà attuato un piano. A causa delle leggi sulla privacy, non può condividere i dettagli in questo momento.

Lanny è ancora contusa, ma sta guarendo. La sua famiglia sta parlando con un avvocato e considerando l’opzione di studiare in casa.

Assicurati di condividere questa storia con gli altri genitori per avvertirli riguardo ai pericoli del bullismo.

Wonder Channel Redazione

Siamo la redazione del magazine Wonder Channel, stacanovisti per passione. Siamo gli editori del magazine.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close