12 film con scene sui titoli di coda che svelano finali a sorpresa

Rispolverate i vostri DVD e scoprite queste scene segrete

I titoli di coda che ci sono sfuggiti

Dopo l’arrivo dei supereroi sul grande schermo, ormai siamo abituati alle scene a sorpresa, dopo i titoli di coda, che ci regalano qualcosa di divertente, un’anticipazione su un possibile sequel, o un dettaglio sui personaggi. Ma i titoli di coda, a prescindere dalle ultime uscite, sono state utilizzate anche in passato, molto più di quanto si possa pensare. Qui sotto una lista di film con scene rivelatrici sui titoli di coda:

Harry Potter e la Camera dei Segreti (2002)

Quel birbante di Girderoy Lockhert, affetto da un’amnesia totale, pare che abbia scritto un nuovo libro intitolato Who Am I? Considerando la sua camicia di forza, si potrebbe ipotizzare che qualcuno l’abbia scritto al posto suo.

Alla Ricerca di Nemo (2003)

La Pixar non ha l’abitudine di inserire i titoli di coda, ma quando lo fa sono adorabili. Qui vediamo una piccola rana che mangia il grande e mostruoso Pesce Lanterna.

Precedentemente era proprio il Pesce Lanterna ad incutere timore e ad essere uno dei pesci pericolosi e spaventosi del profondo blu. Invece qui ha la meglio la piccola rana.

Ghost World (2001)

Facendo un salto in una realtà alternativa, Seymour, il personaggio di Steve Buscemi, un completo perdente, ha la meglio su Doug (il quale lo aveva preso a calci nel sedere durante il film).

L.A. Confidential (1997)

Il Sergente Jack Vincennes, (Kevin Spacey) lavorava come consulente tecnico in questo dramma poliziesco e si nota che lo show lo ha onorato dopo la sua prematura scomparsa. Non siamo più sicuri ora che loro volessero fare quella telefonata.

A Knight’s Tale – Il destino di un cavaliere (2001)

Il grande Heath Ledger, qui interpretava William Tatcher, povero londinese che per far colpo sulla bella Jocelyn cambia il suo nome in Ulrich von Lichtenstein di Gelderland, e grazie anche a una colonna sonora tutta anni ’70 e ’80, cerca di conquistare l’amore di una ragazza con duelli e scontri cavallereschi.

I personaggi, eroi ed aiutanti del protagonista, non si potrebbero di certo definire poi così tanto sofisticati. Nella scena de Il Destino Di un Cavaliere, li vediamo impegnati in una gara poco delicata, e sembra che il perdente debba pagare il giro successivo di bevute.

Zombieland (2009)

In Zombieland, il cameo di Bill Murray si estende oltre i titoli di coda, in cui cerca un discorso funebre da suggerire a Woody Hallerson’s Tallahassee per suo conto. Alla fine l’elogio che ritiene più adatto è:

“In the words of the immortal philosopher Jean-Paul Sartre, ‘Au revoir, gopher’.”

La frase fa riferimento al film Caddyshack.

Arma Letale 3 (1992)

Riggs e Murtaugh (Mel Gibson e Danny Glover) non hanno sicuramente imparato nulla dai propri errori e, mentre bisticciano ancora, cade giù un altro palazzo. Successivamente, dopo lo sbaglio commesso, vengono degradati e mandati a dirigere il traffico.

X-Files: I Want To Believe (2008)

I personaggi Mulder e Skully tengono fede al patto nel film di ‘staccare da tutto’. La scena in cui remano nelle acque di un isola tropicale è vista dall’alto, ed il perché la scena si allontana dal basso verso l’alto dà il via ad altre supposizioni.

Constantine (2004)

Nonostante sia stato trafitto più di una volta, nei titoli di cosa si vede Shia LaBeouf, Chas, risorgere dalla tomba nelle vesti di un angelo. Keanu Reeves, che dopo aver lasciato sulla lapide un accendino s’incammina, avverte la sua presenza e voltandosi lo vede volar via, sorride e continua a camminare.

Django Unchained (2012)

Un film intenso e pieno di colpi di scena, una storia profonda quella di Django, che tratta il tema degli schiavi in America e del razzismo, con la forte ironia ed i dialoghi pungenti che segnano il lavoro di Quentin Tarantino.

Questa breve scena sui titoli di coda mostra che i compagni di Django sono ancora imprigionati e sconvolti da ciò che sta succedendo. Uno dei personaggi, con sguardo perplesso, dice:

“Who is that nigga?”

Una frecciatina umoristica con slang… un tantino razzista.

Napoleon Dynamite (2004)

Jon Heder interpreta un ragazzo goffo in Napoleon Dynamite, sbeffeggiato dai compagni di scuola perché ha ancora atteggiamenti infantili.

Il matrimonio dei personaggi di Napoleon Dynamite, il fratello di Napoleon, Kip e LaFawnduh si aggiudica il premio per la scena dopo i titoli di coda più lunga di tutti i tempi, con una strana e bizzarra canzoncina. La scena è ambientata pochi mesi dopo, ed doppiamente bizzarra in quanto Napoleon regala un cavallo agli sposi dicendo:

“Ho domato uno stallone selvaggio per voi.”

The Grey (2011)

Il film The Grey termina con una scena ambigua in cui forse Liam Neeson ed il lupo affamato, dopo aver seppellito l’ascia di guerra, fanno un sonnellino insieme. Probabilmente questo rientra tra le scene dopo i titoli di coda più ambigue.


Dopo questo viaggio cinematografico attraverso le scene più divertenti, insolite, inaspettate, ed assurde, presenti dopo i titoli di coda, probabilmente rispolvereremo le vecchie VHS e i vecchi DVD per riguardare questi 12 film con più attenzione. Oppure li cercheremo attraverso i servizi in streaming presenti online.

Tags
Mostrami di più

Ensa Fagnano

Ciao cari lettori. Sono Enza, laureata in Lingue e culture moderne, saltello tra traduzioni, scrittura e vita reale. Mi nutro di musica e libri dacché ne ho memoria. Suono le mie chitarre e dispenso sorrisi per rendere la giornata migliore.Credo nell'arte come unica salvezza per l'umanità.

Ti Potrebbe Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close